Imported LayersCHIUDI PANNELLOVARIETÅ copyARROW DOWN

Il FITD e la tutela del conto corrente

Cos’è il FITD?

Il FITDFondo Interbancario di Tutela dei Depositi è un consorzio obbligatorio di diritto privato riconosciuto dalla Banca d’Italia. La sua funzione principale è quella di garantire i depositanti delle banche e di intervenire in caso di crisi di una banca che sfoci in un processo di salvataggio interno, il cosiddetto bail-in. Tra gli strumenti garantiti dal Fondo interbancario vi sono i conti correnti, i conti deposito, gli assegni circolari, i libretti di risparmio e i certificati di deposito, purché nominativi.

 

Cosa prevede la tutela del FITD per i conti corrente?

Il conto corrente è garantito fino a 100.000 euro per depositante per banca. Questo è valido anche nel caso di conti corrente cointestati, a condizione che i titolari del conto non possiedano altri conti nello stesso istituto.

Quali istituti devono aderire al FITD?

Tutte le banche italiane, ma anche le filiali italiane di banche extracomunitarie. La tutela del conto deposito fino a 100.000 euro è valida anche per i conti aperti nelle filiali di banche comunitarie che aderiscono volontariamente al FITD.